sabato 22 dicembre 2007

Acquista che ti passa...e spremi le meningi!

Diciamo che con un minimo di buonsenso e qualche nozione di biologia certe cose le capisci, ma i soldi valgono di più. Credo che un pò tutti abbiano sentito parlare dei casi di meningite qui in Veneto, anche se some al solito siamo la parte del Paese dimenticata dal mondo dell'informazione (se fosse successo "un pò" più giù credo che come minimo sarebbe stata attivata qualche forma di allerta). Facciamo un piccolo riassunto: tutto parte dalla morte di un ragazzo di quindici anni avvenuta nella notte tra il 12 ed il 13 Dicembre in provincia di Treviso. Poi altri casi, si contano sulle dita di una mano, e si avvia la procedura di vaccinazione "di massa" nella provincia di Treviso, ma nel frattempo gli esperti assicurano che non c'è bisogno di allarmismi, non c'è bisogno di creare una psicosi in quanto "non c’è allarme, tutto sotto controllo, la meningite è circoscritta". Poi (guarda caso) viene registrato un nuovo contagio, a Padova, e l'epidemia a quanto pare inizia a spostarsi, quasi come camminasse da sola. Ma è tutto sotto controllo. La ministra della Sanità Livia Turco, che con la sua laurea in filosofia infatti, se ne intende parecchio di queste cose, si appresta a dichiarare in Senato che "il focolaio del Veneto si è verificato in una popolazione giovanile aggregata in un momento di considerevole stress fisico e, presumibilmente in presenza di un ceppo di Meningococco particolarmente aggressivo, favorendo un'evoluzione assolutamente infrequente ed infausta di questa malattia", anche se non ho ben capito come abbia fatto a stabilire che i contagiati erano soggetti a considerevole stress fisico.
Ci sono da dire alcune cose che nessuno ha mai detto finora sulla meningite, e se dico qualcosa di sbagliato confido nelle correzioni di chiunque essendo ferrato in materia voglia dire una parola in merito, ad esempio Davide, laureato in medicina. In particolare, tralasciando i vari tipi di virus e batteri che causano la meningite, vorrei evidenziare quali sono le vie di trasmissione della malattia, precisando che "il contagio avviene da persona a persona con contatti stretti, in ambienti affollati mentre il batterio non riesce a sopravvivere nell'ambiente, né in alimenti, bevande o su oggetti: per questo non sono efficaci disinfezioni ambientali e non v'è un rischio epidemico che oltrepassi il circuito dei contatti stretti dei casi". Si tratta quindi di un contagio favorito da ambienti affollati e gente che si accalca in luoghi chiusi, credo di dire un qualcosa che è già scritto nella citazione qui sopra, ma desideravo soffermarmi proprio su questo (chiamiamolo) "identikit" dei luoghi di contagio. Ebbene, credo non sia difficile in periodo natalizio trovare quali luoghi corrispondono all'identikit...beh io penso subito ai centri commerciali, ai cinema e ristoranti, ai grandi supermercati, agli autobus, e via di questo passo, se racconto fandonie obiettate pure. Sfortuna ha voluto però che questo focolaio di meningite capiti proprio in periodo natalizio, momento che certi settori dell'economia attendono per lungo tempo per "tappare" i buchi di altri periodi dell'anno e far cassa. Beh, fanno bene direi...ma il punto non sta qui, sta altrove. Sta nell'informazione, nel mettere al corrente le persone normali sul come la malattia si diffonde, nell'andare a chiedere spiegazioni a chi qualche giorno dopo "al primo morto" ha avuto il coraggio di dire che non sono necessari allarmismi perchè la situazione è circoscritta e sotto controllo, così sotto controllo che si è deciso di passare ai metodi forti, alla vaccinazione di massa per fasce d'età, prima i più giovani e poi gli altri a seguire. Questa gente andrebbe interpellata per far luce per far capire perchè abbiano detto cose che qualcuno qui ha subito intuito come sbagliate pur non essendo del settore.
Non sto descrivendo scenari immaginari, ma la realtà, quella realtà che non è così zuccherosa come viene descritta per non creare allarmismi nella popolazione (che sia inteso siamo noi, io e voi siamo popolazione...). Ma perchè non dire come stanno realmente le cose? Perchè non dare il giusto risalto al fatto che la situazione non è così circoscritta come dicono visto che si sta spostando anche a Padova? Perchè non pensare di informare la gente che è forse il caso di starsene a casa ed evitare i luoghi affollati sopra citati e altri di simili? Perchè non dire che la vaccinazione di massa è un mezzo "pesante", è un sintomo di qualcos'altro, che si tratta di una "pratica per malattie infettive con morbilità e/o mortalità elevata e contro cui non esistano altri metodi profilattici"? Beh io certe risposte non le so dare, ma il mio buonsenso sì, e il mio buonsenso mi dice che gli acquisti di Natale possono andare a farsi benedire, io me ne sto a casa, al diavolo i telegiornali e le loro dicerie, al diavolo l'economia (senza acquisti di Natale dove va a finire?), qui abbiamo un pò di strizza anche se non lo diamo a vedere, e se magari qualcuno si decidesse a dire la verità forse nei prossimi giorni si eviterebbero nuovi contagi, che data la mole di gente che si accalcherà nei vari centri commericiali della zona vedo possibili, perchè basterà un solo ignaro portatore tra la folla e chissà quante persone si troveranno contagiate. Ovviamente saranno tutte persone in uno stato di considerevole stress fisico...

12 commenti:

Mad Riot ha detto...

E' ovvio che il problema viene minimizzato per non precludere i soliti grandi guadagni dei commercianti in questo periodo...che vergogna.

me ha detto...

@ mad riot: vergogna, hai usato proprio il termine giusto!

duhangst ha detto...

Sono passato per farti gli auguri

Artemisia ha detto...

Anch'io sono passata per farti gli auguri. Passa delle buone feste, Me!
Meningite o no, star lontano dai centri commerciali fa sempre bene!

me ha detto...

@ duhangst: oh grazie mille!!! Tanti auguri di Buon Natale anche a te!

@ artemisia: grazie! Tanti auguri di un felice Natale e buone feste anche a te e alla tua famiglia!

Franky ha detto...

Ciao grazie dello scmabio link, ho ricambiato nella sezione "scambio link" ... a presto auguri anche a te di buon natale ciao

me ha detto...

@ franky: eh eh, va forte questa pagina dedicata ai link...!
Dovrò fare altrettanto anch'io così libero un pò di posto!

mirco ha detto...

tanti auguri adi buon natale a te e al nostro paese malconcio ma di sicuro recuperabile se ognuno di noi fa un piccolo sforzo.
ciao
mirco

ettore ha detto...

ti auguro buone feste

me ha detto...

@ ettore: tanti auguri e buone feste anche a te!
...e benvenuto!

BLOG NEWS ha detto...

Buone feste e felice 2008

me ha detto...

@ blog news: buone feste e buon anno anche a te Agostino!