venerdì 1 giugno 2007

Intolleranze primaverili.

Sono intollerante a volte, ok. Lo sapete già anche voi. Oggi mi dedico all’informatica, e non sbuffate, soprattutto lì in fondo, vi ho già sentiti!
Sono stufo di aver per casa gente che dice “mi hanno venduto una baracca…” dopo appena un mese dalla data del grande acquisto e mi “recapita” a casa il suo computer con la minaccia di lasciarmelo perché è diventato una lumaca che si trascina arrancando. Perché tempo un’ora e già faccio recuperare al negoziante un cliente, con un altro po’ di tempo e pazienza inizio a pensare che quasi quasi un computer in più mi farebbe comodo a casa, ed inizia farsi largo nella mia mente la malvagia idea di spacciarti per irrecuperabile quella “baracca” che mi avevi scaricato in casa solo stamattina. E di computer so meno di quanto si pensi leggendo queste prime righe.
Oggi piove, e questo tempo uggioso mi mette nervosismo, sarà per questo che sono così acidello. Oggi “ce l’ho” con coloro che si mettono davanti ad un computer pensando che sia la scienza infusa, che basti premere un bottone perché esaudisca i nostri desideri e i nostri pensieri, e se così non fosse la causa di tutto sia quella maledetta Microsoft che ti fornisce l’ormai celeberrimo Windows. Quella Microsoft sulla quale è così facile sparare a zero quando invece siamo noi (almeno il ¾ delle volte) che abbiamo combinato una qualche marachella magari senza neanche accorgersene di quello che stavamo facendo...perchè a volte in fin dei conti basta solo un pò di attenzione in più. Diciamocelo sinceramente, anche Microsoft ha i suoi difetti, non pochi, e sono il primo a dirlo, ma non è proprio tutta questa schifezza credo. Volete mettervelo in testa che davanti avete un mulo infaticabile che non schiatterà mai per la fatica ma che non ha un minimo di cervello? Dovete dirgli tutto, in sostanza il problema è questo, è un mulo malato di Alzheimer, non si ricorda manco come come legarsi i lacci delle scarpe, ops, i muli hanno gli zoccoli. Fà niente.

Arriviamo al dunque, ossia, come in tutto conta il buonsenso delle persone…è un pò come dare in mano una macchina a chi non ha patente, ogni volta che gli muore maledirà la frizione perché “attacca” sempre in modo diverso, quando magari sotto alle chiappe ha un bolide.
Il problema sta secondo me nella totale ignoranza, o meglio sulla mancanza di basi informatiche, campo in cui sono ovviamente e giustamente perdonati coloro che non sono più così giovani (ai quali va invece il mio apprezzamento per l’intraprendenza e la voglia di cimentarsi, nonché per il sacrificio di rimettersi ad imparare). Ce l’ho quindi coi più giovani. Mi spiego. Per usare la macchina avete fatto la patente, un minimo di segnali stradali e qualche regoletta l’avete imparata, per mettersi davanti ad un computer non serve (purtroppo) niente di tutto ciò, e più cavolate fate più soldini vanno nelle tasche dei tecnici che spesso vi nominano quel verbo tanto odiato: “formattare”, che è sinonimo di perdita dati, messaggi di posta elettronica, foto, documenti, pazienza e sentimenti compresi. Per ovviare a tutto ciò non basta il solito antivirus super aggiornato e accoppiato ad un altro antivirus ancora ed a chissà quante altre amenità. Basta poco.
La chiamano "casistica", ma a me la parola non piace, non siamo in un ospedale (anche perchè sennò il vostro mulo ve lo avrebbero già fatto schiattare da un pò credo). Userò un altro termine, "problematiche". Dicevamo, le problematiche più spassose sono molteplici: da chi nega nel firewall l’accesso ad internet al suo browser e poi maledice Telecom e insulta gli operatori del 187 che non sanno risolvergli il problema, il solito problema, “internet non mi va più”. Poi gli parli di firewall e ti chiede “ma che roba è? Ma c’è qua? Chi ce l’ha messo?” Io non di sicuro. Poi si passa a chi esaurisce lo spazio nell’hard disk magari salvando copie dello stesso file ovunque ("e come faccio a dirgli di salvare dove voglio io?") senza manco saperlo e allora tu dal tuo calderone estrai ccleaner e gli liberi un giga di disco rigido occupato da spazzatura che il computer non usa più, e dopo aver somministrato la pozione miracolosa sgrana gli occhi e ti chiede “ma dove stava tutta quella roba? Nel mio computer?” Infine c’è chi si lamenta del computer che viaggia a passo di lumaca e allora ti munisci di Ad-aware e lo fai andare a braccetto con Spybot Search & Destroy e in un sol colpo trovi qualcosa come 30 spyware che villeggiano allegramente tra le cartelle di windows, e l’affermazione di rito è “ma io ce l’ho l’antivirus”, vedere sotto per una delle possibili risposte. Ah aspetta, poi c’è quello dei virus, il classico “vado sul sicuro” che installa 3 antivirus, inpalla il computer e si becca un virus al giorno perché non sa manco che l’antivirus si può aggiornare. E come non bastasse non distingue un allegato .exe da uno .pdf (domanda di rito: “…estensione?...che roba è l’estensione di un file?”). Beh dimenticavo, c’è quello della pausa caffè, che accende il computer e può fare una pausa caffè bella lunga e rilassante prima di mettersi a lavorare, d’istinto vai a controllare cosa avvia Windows all’avvio del sistema operativo e ti trovi una lista di 40 applicazioni, vacci a capire tu quali puoi depennare. Beh ma il più spassoso è questo: quello che installa direttamente dai banner le famose toolbar di chissà quale sito mai sentito prima che però, cavolo, facilitano proprio le ricerche in internet (magari va in internet un’ora alla settimana), questo è il migliore perché poi ti chiede anche "come mai la mia pagina iniziale ha solo siti porno? Non ce li ho messi io!” …ti credo, ti giuro… E a braccetto con questo vanno quelli che se gli arriva un messaggio di posta che in un italiano degno di un analfabeta gli chiede di autenticare i dati del suo conto banco posta al link specificato ci vanno e scrivono pure i propri dati, peccato che il link conduca ovunque ma non nel sito di Poste Italiane…eppure l’indirizzo url della pagina è ben visibile in tutti i browser di questo mondo! Ah ma dimenticavo, che roba è un indirizzo? No lascia stare, non è il tuo numero di casa.
Potrebbe essere che alcuni di voi non abbiano capito un granchè di quello che ho scritto, come si suol dire resto a vostra disposizione per chiarimenti...come sempre sarò gentile, state tranquilli, è solo uno schizzo di giornata!
Sinceramente certe cose mi fanno una rabbia indicibile, a volte è un pò come fare un incidente in macchina ad un incrocio con qualcuno che poi quando scende dall’auto ti chiede se col rosso si può passare. E badate bene io non sono né un tecnico né un ingegnere che sa tutto di tutto di informatica e computer, semplicemente faccio un favore a chi me lo chiede, e non chiedo uno straccio di soldo, faccio semplicemente un piacere! Per il resto mi interesso un pò e se non so mi informo prima di far malanni, a volte basta proprio poco, basta chiedere. So molto poco pure io. Ma è ora di smetterla, basta dare degli incapaci a chi fa il proprio lavoro e vi vende il computer, guardiamo un pò di più a noi stessi e alle nostre “non conoscenze”!

7 commenti:

m1979 ha detto...

Ben detto...io da quando ho aperto il blog sono diventato una specie di guru per i miei amici, mah! In verità basta solo un pò più di informazione!! Ottimo elenco, io aggiungerei anche una bella deframmentazione ogni tanto e una bella e completa pulizia del pc (non a caso hai citato ccleaner)...in passato anche io ho fatto un post simile...se vuoi darci un'occhiata ti passo il link:

http://m1979.blogspot.com/2007/04/pulizia-del-pc.html

me ha detto...

@ m1979: che io ho aperto il blog lo sappiamo, io, un'altra persona (un giorno magari scoprirete!)e voi che mi leggete, nessun altro, semplicemente faccio un favore a chi me lo chiede e mi fa piacere farlo! L'ultimo proprio ieri...ma devo confessare che quando i computer sui quali armeggio non sono miei ho sempre paura che succeda qualche malanno perchè non conoscendo "l'anamnesi" del pc a volte può capitare di combinare dei disastri!
Ho fatto una mini lista di applicazioni utili e di link a wikipedia per chi non ci capisce più di tanto, e come dici tu mancano effettivamente uno scandisk e un defrag.
Ho letto subito il tuo post, buono regcleaner, l'ho usato un tempo, prima di scoprire i prodotti della yamicsoft!

duhangst ha detto...

Devo dire la verità? Le ho tutte queste esperienze da te citate.. Ma mi è anche capitato, che ad un mio amico sia stato venduto un pc che aveva attiva la partizione sbagliata.. non quella dove era XP.

me ha detto...

@ duhangst: ...e poi vai a capire tu come fanno a scegliere i tecnici...spero almeno non fosse un assemblato sennò c'è da star freschi col resto del computer!

Artemisia ha detto...

Ohibò: sarò o no tra "coloro che non sono più così giovani"? Sai che ti dico? Ho sposato apposta un informatico per averlo sempre a portata di mano ;-)

skyeyes ha detto...

beh direi che io rientro tra quelli o meglio, quelle, che sì sanno usare il computer e i vari programmi, ma che ignora tutte quelle finestrelle odiose con frasi in inglese (un inglese che secondo me trae molti dei suoi vocaboli dal'aramaico e dal ciausco) che compaiono ogni tanto sul mio bel monitor, accompagnate tra l'altro da un fastidioso effetto sonoro. Ecco queste finestrelle io le chiudo direttamente, senza manco leggerle, tanto anche se le leggessi non ci capirei 'na mazza! una o due parole forse.. ;)

me ha detto...

@ Artemisia: eh dipende dall'età! Non è un prestesto per chiedertela eh...anzi ti dico io che per "coloro che non sono più così giovani" intendo da 45-50 anni in su!
Ah dimenticavo, interessante la storia dell'informatico, salutamelo! ...che non si sa mai, magari potrei averne bisogno! ;-)

@ skyeyes: beh bene, tipico esempio di come inpallinare un computer funzionante in pochi semplici passi!