domenica 24 giugno 2007

Ma io mi chiedo...

...come cavolo si fa a scrivere in un certo modo!
Taglierei gli attributi a chi perde, anzi spreca tempo a sbatacchiare i pulsanti della tastiera per trascrivere in Word un libro universitario a ovvi scopi "didattici" ma lo personalizza in modi osceni! E per osceno non intendo formattazione, carattere, spaziatura del testo e simili ma intendo far diventare ogni "non" un "nn", ogni "ch" un "k", ogni parola con più di 5 caratteri la abbrevia così con un "prop" che non sai più se sta lì per dire "proprietà" oppure "proporzionalità". E quando ho trovato un poikè mi son venuti in mente i Pokemon, non so perchè anche perchè non li ho mai guardati, li odiavo, li odio, sono stupidi, sfera pokè, ma che cos'è? Meglio il vecchio e ormai decrepito pensionato He-Man dei miei tempi. Ma evidentemente a voi che scrivete così gli esserini gialli televisivi il cervello ve l'hanno spappolato, anzi "spap". Indovina tu il resto, tanto si capisce lo stesso dai. Ma a questo punto per fare l'esame manda un messaggio al professore sul cellulare, fai prima brutto idiota abbreviatore. Ti costano così tanto venti lettere in più su una pagina? Eh? Che sei distrofico? Se una pagina fa 700 parole aggiungerne altre 30 è una fatica mostruosa? Eh sì, sono ben il 5% in più, eh sì, una sudata.
Ma come cazzo fai?! E poi ti dicono: "sì dai poi si capisce lo stesso...", un cavolo, te lo do sulla testa il "si capisce lo stesso", che sei un becero analfabeta di ritorno si capisce. E sei solo a vent'anni, a ottanta come parlerai? Saprai ancora fare la tua firma? Per non parlare dei verbi poi, ti riescono a storpiare i tempi verbali anche se stanno copiando da un libro! Se ti laurei te la revocherei la laurea, non sai manco scrivere nella tua lingua madre. Te la strapperei davanti agli occhi, analfabeta! Altro che le 3i, ti dò la v di vocabolario io, sulla testa te lo tiro! Altro che Erasmus, scuola elementare, a imparare come si scrive.
E io adesso mi passo la Domenica pomeriggio davanti al computer a rileggere quelle che dovrebbero essere delle cose già belle e pronte da leggere e studiare e invece le devo decifrare per andare alla ricerca del significato oscuro di certe sequenze di lettere...vi odio. AutoCAD non vi bastava...adesso lo avete fatto alleare con Word.

martedì 19 giugno 2007

La tregua.

Cari amici lettori, è stato bello. Questa del blog è stata una bella esperienza ma adesso mi accingo a cadere in un pozzo senza fondo, o meglio vi metto in guardia, sto cercando di non caderci. Se non avete più mie notizie ci sono dentro, cercatemi lì in fondo, ecco sì, là dietro, mi aiuterà qualcuno a risalire. E pensare che avrei i maledetti disegni da finire e i calcoli strutturali di quella maledetta struttura da progettare ma che non so manco da che parte iniziare. Che frase sconnessa sono riuscito a scrivere, vabbè, sono solo i primi segni di scompensi causati dalle 9 ore al giorno davanti ad AutoCAD. Maledetto sia, chiudo gli occhi la sera e ho ancora la croce bianca del cursore che mi vaga nelle pupille, ormai è diventata un'ossessione. E fai l'imbutino, e premi layer, e rigenera tutto, e no meglio se fai una spline, e edita questo, prova a guardare sulle proprietà, e usa la saetta che fai prima, e che cazzo è? Un torneo di Magic? Credo sia il programma di disegno preferito dagli ingegneri, si capiscono tante cose adesso, vi capisco ragazzi, tenete duro, la pensione arriva per tutti un lontano giorno. Ma per quanto mi riguarda da oggi si cambia, da stamattina più precisamente, ho iniziato a farmi di una cosa strana, di quelle che quando ti prendono non sai più farne a meno, inizi a pensarle mentre aspetti l'autobus, mentre mangi, mentre fai qualunqua altra cosa. Dai, subito a pensare male voi...ecchecavolo. Ho capito che AutoCAD mi dà alla testa, che la mancanza di mare in questa stagione mi annebbia il cervello, che è un momento difficile, che devo ancora mandare la mail a Baol e che duhangst mi tiene sulle spine per la questione del suo nome! Ma no, mi dispiace, sto parlando di altro, del cubo di Rubik.
Stamattina non ho resistito, l'occasione era ghiotta, passo davanti ad un bel negozio di giocattoli e ho pensato "o la va o la spacca", o ce l'hanno adesso o non lo prenderò mai più. Maledizione. Ho i disegni da fare io. Ho già perso mezzo pomeriggio per colpa di un negozio di giocattoli nel posto sbagliato al momento sbagliato! Devo trovare una soluzione, devo trovarla, non posso perdere un pomeriggio a rigirare le facce di quel cosino infernale, non posso! Mi mette tristezza pensare che fino a che quel coso starà in casa mia non avrà mai più le sue sembianze originali e le facce belle ordinate colore per colore!
...ho avuto quindi la brillante idea di cercare in internet e ho trovato un tale wrongway dove in sole 88 mosse con tanto di illustrazioni ho risolto (da leggere come "mi hanno risolto") il mio cubo, non male! Adesso ce l'ho qui sopra al tavolo in bella mostra sul suo piedistallo, ma non devo far sapere in giro che non è vero che non lo so risolvere! No, non posso, ho i disegni da fare io, se ci si mette anche il cubo di Rubik poi, altro che addio blog, addio esami! Si scrive "cubo di Rubik" ma si legge "genera dipendenza". Già il cervello ce l'ho in pappa con le 9 ore quotidiane di AutoCAD! Ma per il momento la tregua sembra reggere, sto resistendo alla tentazione di scombinargli le facce e poi trovare la soluzione...

giovedì 14 giugno 2007

Leasing.

Stavo per scrivere un bel post di ringraziamento per tutti voi che mi avete sotenuto in questi giorni, l'avevo già pronto, ambientazione giusta, parole perfette o quasi (sempre considerando le mie risicate doti di scrittore), perfino i link già belli e pronti, bastava aggiustare la disposizione del testo, mettere il carattere piccolo e premere quel pubblica post arancione in basso a sinistra. Ma, c'è un ma, rallentate. Per togliere gli ultimi spigoli ad un post è necessario appunto fare gli ultimi aggiustamenti, quindi seleziona tutto e poi modificare carattere e disposizione del testo: mi muovo con shift e le freccine, sono così comode, ma...zacchete. Finestrella bianca, bella linda che è lì a dire dai scrivimici sopra. Non so che cavolo ho premuto, che cavolo sia successo ma ho perso tutto il post in una frazione di secondo, vabbè, un sano ctrl-Z mi sarà di aiuto penso subito. Passo a premere l'amata combinazione ma niente. E poi un altro zacchete, parte il maledettissimo salvataggio automatico di blogger e perdo tutto, non c'è niente da fare, ho perso un post di ringraziamento per tutti voi che mi avete sostenuto negli ultimi giorni, e pensare che era già bello e pronto. Beh se qualcuno crede ai segni del destino questo dite che lo fosse? Anche blogger mi chiede di levare le tende? O forse direttamente google? Non montiamoci la testa dai, avrò fatto io qualche cazzata nel sonno.
Dai so che avete fretta di sapere, forse. Beh, per ora non credo di chiudere baracca. Ma la tentazione resta, devo essere sincero. Male che vada darò questo macinino in leasing a qualche altro blogger...anche perchè vedo che coloro che son considerati blogstar pur mettendosi d'impegno e scrivendo cazzate vanno a gonfie vele, magari un bloghettino in più gli farebbe comodo!
Nei giorni scorsi vi ho tenuto d'occhio sapete, io c'ero qui in giro che bazzicavo per blog, e devo ammettere che i vostri commenti e i vostri post li leggevo praticamente in diretta grazie a quella diavoleria chiamata feed, e scusatemi se non vi ho risposto tempestivamente e singolarmente ai commenti come al solito ma a parte non averne manco avuto il tempo non sapevo neanche che avrei fatto di questo bloghettino, che per il momento invece resta qui a vegetare. Scusatemi per questo. Le mie scuse vanno anche a Van der Blogger (che leggevo in giovane età blogghistica, parliamo di pochi mesi fa, e che mai avrei pensato di ospitare) e ad acroteleutio, al quale va il mio benvenuto qui. A tutti gli altri desidero invece far arrivare il mio ringraziamento per avermi fatto sapere che forse qualche volta vi farebbe piacere leggere queste cose che farnetico e poi scrivo qui, e siete non pochi! Si inizia con duhangst, che gli sbaglio sempre a scrivere il nome, ma che prima o poi mi spiegherà come si traduce! Si passa poi a Daniel, novello blogger o quasi, che ho conosciuto tramite Accakappa. Artemisia, mai banale, e Davide che ha sempre un'opinione che mai poco vale! E via via m1979 che tratta di tutto un pò e Baol, al quale tra poco manderò una mail perchè esigo assolutamente spiegazioni su chi siano i Baol! Dai che scherzo! E zero dove lo metto? Non pensavo sarebbe tornato a dare "sostegno" al blog! Dimenticavo Mad Riot, come ho fatto?! Ho anche appena scoperto che partecipa ad un multiblog! E ancora Blog News, che ammiro per la passione con la quale segue il suo blog. E skyeyes dove la metto?! Due occhi come due gocce di mare...magari potrebbe essere il mio mare! Grazie ancora a tutti voi!
Adesso però devo andare, mi dispiace interrompere qui ma stanno iniziando i titoli di coda, devo tornare, ripeto devo, alle mie sudate carte, anzi ai miei sudati e maledetti disegni che non vanno mai bene, non saranno mai finiti del tutto! A presto eh, sto vegliano su di voi...! Appena passerò di nuovo da quel ctrl-6 di Opera che mi traghetta direttamente verso blogger magari scriverò un altro post, non si sa mai! Dai state tranquilli...

giovedì 7 giugno 2007

Chiusura battenti.

Sì avete letto bene, sto seriamente meditando di chiudere i battenti, chiudere questo inutile e stupido blog per sempre, o forse non darci retta fino a che non ne avrò voglia davvero. La modalità non l'ho ancora scelta, ma di sicuro la prima mi stuzzica di più. Mi sono rotto, sono stanco, annoiato, deluso. Sono sempre lo stesso idiota che sogna, sogna come un bimbo, sogna e poi e lo prende sempre dove non batte il sole, ecco, voglio tornare a sognare senza paure. Ed in più ho dei problemi che non sto qua ad elencare che mi tolgono la voglia di fare ciò che facevo tutti i giorni. Dal basso dei pochi anni che ho vissuto di delusioni ne ho accumulate anche troppe credo, e non sempre è facile credermi, lo so, ma è così. La decisione è quasi presa, non so se la cambierò.

domenica 3 giugno 2007

Andrete a confessarvi.

Prima di leggere ciò che sta qui sotto prendete atto che se siete ferventi credenti potrebbe essere necessario che poi corriate in chiesa a confessarvi.
Da qualche giorno, tra coloro che non leggono giornaletti semiseri e libbriccini passatempo non si fa che parlare di preti pedofili, Vaticano e simili a causa dell'ormai famoso filmato della BBC, Sex Crimes and Vatican, ovvero anche tra i preti ci stanno dei pedofili (ma vanno perdonati).
Prima di parlarne vi prego di visionare il filmato prodotto dalla BBC trasmesso da Michele Santoro nella sua trasmissione AnnoZero. Dopo aver visto il filmato avrete due possibili strade da seguire: ve le illustro separatamente. Anzi facciamola proprio semplice: potete prendere la pillolina rossa oppure quella blu. La pillolina rossa vi fa immediatamente devolvere il vostro otto per mille e il vostro cinque per mille alla Chiesa/Vaticano s.p.a e come vi ho già consigliato poco sopra correre immediatamente alla filiale cattolica più vicina (leggi chiesa) a confessare al primo prete che trovate che avete peccato, guardando una delle verità del mondo che vi circonda. Per poi tornare a casa felici e contenti, con l'animo lindo e pulito, con la speranza di aver salva la propria anima dopo la morte, e con in allegato due belle fette di salame sugli occhi, che non si sa mai un giorno vi venga fame. Intanto però non azzardatevi a mangiarvele, potrebbe far male, magari sono anche avvelenate. La seconda pillolina, quella blu (tipo il Viagra, tanto per restare in tema...) è diffondere il filmato, informarvi ed informare chi conoscete su cosa sia parte della Chiesa attuale e su come la fede di milioni di persone sia diventata mercanzia e ricchezza per le casse Vaticane. Sì insomma, la Chiesa è anche questo, nonostante se ne mostri solo la faccia carina.
Non scervellatevi troppo su quale strada dovete seguire, non serve, la scelta potrebbe non essere necessaria. Mi duole avvisarvi che se non avete avuto la fortuna di assistere alla trasmissione il filmato che cercate sta diventando introvabile. Sembra proprio che i tentacoli vaticani arrivino ovunque e abbiano anche la capacità di far rimuovere filmati in youtube e in google video. Mettiamola così, è diventato un bel problema trovare il filmato...sembra che lì a Roma sappiano usare i computer e internet, e bene anche, se ne intendono proprio! Beh ci penso io, sono un guastafeste, date un occhio qua sotto.







Come dice il filmato stesso potete trovare il documentario al link che trovate qui sotto, e potrete scaricarlo sui vostri computer seguendo le istruzioni che vi riporto sotto:




Andate in fondo alla pagina e in basso a destra premete su "Free", nella nuova pagina che si apre, circa a metà, copiate le lettere e i numeri che vedete nello spazio apposito presente accanto e poi premete "Download via...", ora continuate come fate solitamente per salvare un file presente sulla rete direttamente nel vostro computer e non vi resta che attendere che termini il download per vedere con i vostri occhi le prodezze mediatiche della Chiesa di oggi.

Non mi aspetto nessun tipo di ringraziamento, e non mi interessa se sono sincero. Dovrebbe essere la televisione a dare queste informazioni, quasi mi vergogno di vivere nel paese della censura preventiva e dei poteri forti. Di questo filamto fatene quello che volete, io vi dò solo un consiglio, diffondere questo link e il filmato, dopo averlo scaricato mettetelo in condivisione nei programmi di file-sharing, ditelo a chi vi pare. Questo è l'unico modo per provare a tranciare di netto alcuni di quei lerci e viscidi tentacoli in tonaca nera o colletto bianco con cravatta che tentano ogni giorno di infiltrarsi nelle vostre menti e nelle vostre abitudini (sessuali comprese, soprattutto). I problemi del mondo nonostante quanto si dica sono ben altri, c'è mezzo pianeta che sta morendo di fame, aids (preservativi dove siete?) e banale dissenteria, ecc. Altro che otto per mille, qui ci vuole un'intero prodotto interno lordo di una nazione ricca. Noi siamo tra quelle per inciso, ma se lo mangia qualcuno.
Fate come volete, poi però non lamentatevi se ci mettono la bocca negli affari vostri quando voi invece non potete obiettare un bel niente, e ringraziate il dogma dell'infallibilità. Del quale tra l'altro sto cercando di scaricare l'ultima versione per poi installarmela subito.

venerdì 1 giugno 2007

Intolleranze primaverili.

Sono intollerante a volte, ok. Lo sapete già anche voi. Oggi mi dedico all’informatica, e non sbuffate, soprattutto lì in fondo, vi ho già sentiti!
Sono stufo di aver per casa gente che dice “mi hanno venduto una baracca…” dopo appena un mese dalla data del grande acquisto e mi “recapita” a casa il suo computer con la minaccia di lasciarmelo perché è diventato una lumaca che si trascina arrancando. Perché tempo un’ora e già faccio recuperare al negoziante un cliente, con un altro po’ di tempo e pazienza inizio a pensare che quasi quasi un computer in più mi farebbe comodo a casa, ed inizia farsi largo nella mia mente la malvagia idea di spacciarti per irrecuperabile quella “baracca” che mi avevi scaricato in casa solo stamattina. E di computer so meno di quanto si pensi leggendo queste prime righe.
Oggi piove, e questo tempo uggioso mi mette nervosismo, sarà per questo che sono così acidello. Oggi “ce l’ho” con coloro che si mettono davanti ad un computer pensando che sia la scienza infusa, che basti premere un bottone perché esaudisca i nostri desideri e i nostri pensieri, e se così non fosse la causa di tutto sia quella maledetta Microsoft che ti fornisce l’ormai celeberrimo Windows. Quella Microsoft sulla quale è così facile sparare a zero quando invece siamo noi (almeno il ¾ delle volte) che abbiamo combinato una qualche marachella magari senza neanche accorgersene di quello che stavamo facendo...perchè a volte in fin dei conti basta solo un pò di attenzione in più. Diciamocelo sinceramente, anche Microsoft ha i suoi difetti, non pochi, e sono il primo a dirlo, ma non è proprio tutta questa schifezza credo. Volete mettervelo in testa che davanti avete un mulo infaticabile che non schiatterà mai per la fatica ma che non ha un minimo di cervello? Dovete dirgli tutto, in sostanza il problema è questo, è un mulo malato di Alzheimer, non si ricorda manco come come legarsi i lacci delle scarpe, ops, i muli hanno gli zoccoli. Fà niente.

Arriviamo al dunque, ossia, come in tutto conta il buonsenso delle persone…è un pò come dare in mano una macchina a chi non ha patente, ogni volta che gli muore maledirà la frizione perché “attacca” sempre in modo diverso, quando magari sotto alle chiappe ha un bolide.
Il problema sta secondo me nella totale ignoranza, o meglio sulla mancanza di basi informatiche, campo in cui sono ovviamente e giustamente perdonati coloro che non sono più così giovani (ai quali va invece il mio apprezzamento per l’intraprendenza e la voglia di cimentarsi, nonché per il sacrificio di rimettersi ad imparare). Ce l’ho quindi coi più giovani. Mi spiego. Per usare la macchina avete fatto la patente, un minimo di segnali stradali e qualche regoletta l’avete imparata, per mettersi davanti ad un computer non serve (purtroppo) niente di tutto ciò, e più cavolate fate più soldini vanno nelle tasche dei tecnici che spesso vi nominano quel verbo tanto odiato: “formattare”, che è sinonimo di perdita dati, messaggi di posta elettronica, foto, documenti, pazienza e sentimenti compresi. Per ovviare a tutto ciò non basta il solito antivirus super aggiornato e accoppiato ad un altro antivirus ancora ed a chissà quante altre amenità. Basta poco.
La chiamano "casistica", ma a me la parola non piace, non siamo in un ospedale (anche perchè sennò il vostro mulo ve lo avrebbero già fatto schiattare da un pò credo). Userò un altro termine, "problematiche". Dicevamo, le problematiche più spassose sono molteplici: da chi nega nel firewall l’accesso ad internet al suo browser e poi maledice Telecom e insulta gli operatori del 187 che non sanno risolvergli il problema, il solito problema, “internet non mi va più”. Poi gli parli di firewall e ti chiede “ma che roba è? Ma c’è qua? Chi ce l’ha messo?” Io non di sicuro. Poi si passa a chi esaurisce lo spazio nell’hard disk magari salvando copie dello stesso file ovunque ("e come faccio a dirgli di salvare dove voglio io?") senza manco saperlo e allora tu dal tuo calderone estrai ccleaner e gli liberi un giga di disco rigido occupato da spazzatura che il computer non usa più, e dopo aver somministrato la pozione miracolosa sgrana gli occhi e ti chiede “ma dove stava tutta quella roba? Nel mio computer?” Infine c’è chi si lamenta del computer che viaggia a passo di lumaca e allora ti munisci di Ad-aware e lo fai andare a braccetto con Spybot Search & Destroy e in un sol colpo trovi qualcosa come 30 spyware che villeggiano allegramente tra le cartelle di windows, e l’affermazione di rito è “ma io ce l’ho l’antivirus”, vedere sotto per una delle possibili risposte. Ah aspetta, poi c’è quello dei virus, il classico “vado sul sicuro” che installa 3 antivirus, inpalla il computer e si becca un virus al giorno perché non sa manco che l’antivirus si può aggiornare. E come non bastasse non distingue un allegato .exe da uno .pdf (domanda di rito: “…estensione?...che roba è l’estensione di un file?”). Beh dimenticavo, c’è quello della pausa caffè, che accende il computer e può fare una pausa caffè bella lunga e rilassante prima di mettersi a lavorare, d’istinto vai a controllare cosa avvia Windows all’avvio del sistema operativo e ti trovi una lista di 40 applicazioni, vacci a capire tu quali puoi depennare. Beh ma il più spassoso è questo: quello che installa direttamente dai banner le famose toolbar di chissà quale sito mai sentito prima che però, cavolo, facilitano proprio le ricerche in internet (magari va in internet un’ora alla settimana), questo è il migliore perché poi ti chiede anche "come mai la mia pagina iniziale ha solo siti porno? Non ce li ho messi io!” …ti credo, ti giuro… E a braccetto con questo vanno quelli che se gli arriva un messaggio di posta che in un italiano degno di un analfabeta gli chiede di autenticare i dati del suo conto banco posta al link specificato ci vanno e scrivono pure i propri dati, peccato che il link conduca ovunque ma non nel sito di Poste Italiane…eppure l’indirizzo url della pagina è ben visibile in tutti i browser di questo mondo! Ah ma dimenticavo, che roba è un indirizzo? No lascia stare, non è il tuo numero di casa.
Potrebbe essere che alcuni di voi non abbiano capito un granchè di quello che ho scritto, come si suol dire resto a vostra disposizione per chiarimenti...come sempre sarò gentile, state tranquilli, è solo uno schizzo di giornata!
Sinceramente certe cose mi fanno una rabbia indicibile, a volte è un pò come fare un incidente in macchina ad un incrocio con qualcuno che poi quando scende dall’auto ti chiede se col rosso si può passare. E badate bene io non sono né un tecnico né un ingegnere che sa tutto di tutto di informatica e computer, semplicemente faccio un favore a chi me lo chiede, e non chiedo uno straccio di soldo, faccio semplicemente un piacere! Per il resto mi interesso un pò e se non so mi informo prima di far malanni, a volte basta proprio poco, basta chiedere. So molto poco pure io. Ma è ora di smetterla, basta dare degli incapaci a chi fa il proprio lavoro e vi vende il computer, guardiamo un pò di più a noi stessi e alle nostre “non conoscenze”!