mercoledì 2 maggio 2007

Dalla Cina con furore.

È diventato ormai di moda tra noi blogger verificare se il nostro blog sia o meno raggiungibile dalla Cina, il problema sorge in quanto in Cina il regime politico al governo impone una rigida censura all'informazione, e internet, rappresentando il maggiore mezzo di comunicazione e la via di divulgazione di informazioni più immediata e senza nessun filtro, può essere dannosa per una dittatura, che preferisce invece bypassare le informazioni alle quali il popolo può accedere.
Premesso ciò, per dovere di informazione, ho il piacere di annunciare ai lettori che questo blog è raggiungibile anche dalla Cina, come testimonia l'immagine seguente, ottenuta da un sito appositamente che verifica tutto ciò. Questa è una lieta notizia perchè se qualcuno tra di voi che mi leggete si dovesse recare in Cina potrebbe continuare a leggere il mio blog e i relativi aggiornamenti...
Beh probabilmente vi starete chiedendo se mi sono rincitrullito, se sto farneticando, ebbene no...piuttosto sono un pò stupito. Non capisco per quale motivo tra noi che ci dilettiamo a scribacchiare un blog personale ci siano delle strane “mode” che nascono, poco tempo fa era il momento proprio di questa appena descritta, solo poco tempo prima il post delle domande personali a cui rispondere. E tutto diventa ogni volta come una catena di sant'Antonio a cui purtroppo mi ritrovo in parte a partecipare anch'io questa volta. Tali mode non si capisce da dove nascano e l'utilità che abbiano, e fa rabbia pensare a come un mezzo di informazione quale internet sia così “sprecato” per motivi futili, perchè "se è da una settimana che non scrivo nel blog dovrò pur scrivere qualcosa"...beh, a volte forse è meglio scrivere poco ma sensato e più interessante...
Mi chiedo invece se non sia il caso di informarci e informare maggiormente chi legge riguardo alla situazione cinese sul piano politico e sociale, sullo sviluppo incessante ed incontrollato che sta devastando l’ambiente, sulle continue violazioni dei diritti umani...se coloro il cui lavoro è fare informazione si occupano delle solite veline e dei calciatori sarebbe ora passassero il testimone a qualcun altro. Si potrebbe utopicamente credere che ci sarebbe un’informazione più pulita e corretta, proprio perché nessuno di coloro che tiene un blog (per passione) ha interesse a promuovere un’idea o una posizione se non perché ci crede, e spesso ci sono post molto ben fatti che riportano le fonti dalle quali derivano le informazioni. In altre parole non stiamo al soldo di nessuno. Basti pensare a cosa significhi la libertà di informazione: posso cercare di informarmi ovunque io voglia, chiunque può dire ciò che pensa, non ci dovrebbero essere barriere alla diffusione delle informazioni: quante volte questi valori vengono decantati? E quante volte ci si rende conto che ciò che la tv (ma anche i giornali) ci propina non è sempre la verità ma è frutto di una manipolazione giornalistica nella quale le vedute di colui che scrive assumono fondamentale importanza? Come conseguenza di ciò si ha una “diminuzione dei punti di vista”, in quanto essendo i mezzi di informazione in mano a poche grandi compagnie alcune sfumature vengono perse, sia per dovere di sintesi (causato da questa perversa società nella quale conta di più in quanto tempo fai le cose che come le fai), sia a causa della ovvia scomodità di alcune voci fuori dal coro che assumono il ruolo di guastafeste. A questo punto si potrebbe benissimo dire che anche per internet sia così, e infatti lo è: scrivere articoli e post lunghi non attira la gente a leggerli, chiunque può scrivere fesserie e spacciarle per vere, e tutte altre simili argomentazioni. Ma qui in internet la differenza è fondamentale: nessuna fonte viene censurata: le informazioni corrono veloci e a passo di link si espandono sempre più velocemente, le voci sono molteplici, "democratiche", e poco inquinate alla fonte, e l’utente può decidere in chi credere e con un pò di spirito critico può anche crearsi una sua personale posizione con basi su informazioni verificate di persona...sempre che internet non sia usato solo ed esclusivamente come mezzo di svago e divertimento, pubblicità e simili, in conclusione: sta all'utente saper decidere...


, , ,


9 commenti:

duhangst ha detto...

Avevo già fatto la prova per il mio blog, ma a me censurano le foto .. Chissà perchè?

Prima usavo fire fox ma ora con calma mi sto spostando tutti i feed in Opera

me ha detto...

@ duhangst: io più che altro mi stupisco che i blog di blogger, essendo strettamente correlati a google che ha casa negli Usa, non siano quasi tutti bannati! Bah, non credo che comunque qualcuno verrà mai a leggermi dalla Cina!!!
Riguardo ad Opera sono contento che ti trovi bene, la gestione dei feed è inoltre più completa e personalizzabile rispetto a qualunque altro browser!

Artemisia ha detto...

Io questa smania di pubblicita' non la sento. Quando il mio blog non lo leggeva nessuno mi sentivo un po' sola. Ma ora che qualche amico fidato ce l'ho, che me frega se mi leggono dalla Cina?
Riguardo alla verita' sulle fonti di informazione ufficiale, credo che con la legge Mastella che e' al senato gli verra' data un'altra bella botta.
Se vuoi saperne di piu':
http://www.beppegrillo.it/2007/04/gli_ombrelli_non_finiscono_mai.html

skyeyes ha detto...

Ho deciso. Questo weekend andrò in Cina...sarò l'inviata speciale di blogger...nonchè la testimonianza pura e reale del tuo post, non male vero?! Se vuoi so già come potresti ricambiare: avrei bisogno di un pc portatile, la marca è indifferente, decidi tu! ;)

Mad Riot ha detto...

Ora ci provo...non vorrei che Yao Ming non possa accedere al mio blog!!!

me ha detto...

@ Artemisia: manco io sento tutta questa smania di pubblicità! E tanto meno se qualcuno capita a leggere le elucubrazioni che scrivo dalla terra di Cina! La mia non era una speranza di essere visibile da lì ma ben altro, forse non sono riuscito a rendere l'idea giusta a voi lettori! Per il resto detto sinceramente: è ben diverso vedere 50 visite al giorno nei nostri contatorini piuttosto che due o tre...concordo invece pienamente sulle difficoltà iniziali che si incontrano ad aprire un blog! ...e aggiungerei anche la difficoltà nell'imparare le poche nozioni basilari di html che servono a rendere i nostri blog più simili a come effettivamente ci piacerebbero. Grazie per essere passata da queste parti Artemisia! Vorrei ringraziare ognuno di voi che mi legge e talvolta commenta perchè state rendendo questo mio spazio personale più vivace e attivo di quanto non lo avessi io stesso immaginato quando l'ho aperto!

@ skyeyes: innazitutto benvenuta!
...l'idea dell'inviata in Cina non è male! Per il pc portatile devo sentire in redazione, male che vada si possono mettere le rotelle al tavolo dove sta quello fisso! Dai che scherzo! A presto!

@ Mad Riot: ma Yao Ming non giocava negli Usa?! ...sempre che non sia connesso via wireless da casa sua laggiù in Cina!
P.S. come procede con wordpress?

me ha detto...

@ Artemisia (2): grazie per il link! Adesso che lo sto leggendo mi è venuto in mente che mi ero dimenticato di ringraziarti! Non sono un assiduo frequentatore del blog di Beppe Grillo e proprio per questo ogni tanto mi perdo post importanti!

BLOG NEWS ha detto...

Il mio non si legge!Ciao e buon fine settimana

Galadriel ha detto...

il mio invece è censurato...chissà perchè poi...