domenica 29 aprile 2007

Nella mia sfera vedo…

Il grande Nostradamus era un pivello in confronto a me, o più semplicemente ho già visto questo film altre volte, credo sia molto più probabile! Vorrei provare a fare un elenco di ciò di cui ci appresteranno a far parlare (televisioni, giornali, ecc…) prossimamente, fino alla fine dell’estate. Avete letto bene, appresteranno, perché noi parliamo di ciò che qualcuno vuole che parliamo: ad esempio vi siete più chiesti che fine abbia fatto Rahmatullah Hanefi, il collaboratore di Emergency? Tutto sparito da televisioni e giornali, nonostante il tentativo di Gino Strada di attirare l’attenzione dei media sull’intricata vicenda, si ebbe un gran parlare della cosa nei primi giorni e poi il silenzio...come mai? …il congresso dei partiti di sinistra era certamente più importante…e più conveniente come argomento da affrontare.
Bene, qui di seguito vi riporto la lista delle cose che vedo nella mia sfera di cristallo: è una sfera un po’ datata per cui non garantisce di indovinare sempre ma alcune le indovinerà di sicuro.

- nel periodo delle vacanze estive code interminabili a Mestre, sulla Salerno-Reggio, ai valichi di frontiera, all’imbarco dei traghetti, ecc…: le infrastrutture italiane mostreranno di cosa sono capaci, in seguito arriveranno le solite promesse estive dei ministri e degli adddetti ai lavori ma poi tutto resterà come prima.
- scioperini estivi dell’Alitalia e dei vari funzionari per il rinnovo dei contratti di lavoro o simili. Avete ragione ragazzi, un mese di sciopero fino a quando non rispettano i diritti dei lavoratori! …peccato che ci incasinate le ferie.
- qualche scandalo estivo del genere calciatore/cantante che si fa beccare con letterina/presentatrice già sposata (su Oggi però dicevano felicemente).
- è in arrivo il tormentone-idiozia dell’estate, anzi sono aperte le scommesse: nuova “nuova promessa” della musica che puntualmente dopo l’estate finirà all’Isola dei Famosi oppure cantante famoso che avrà un picco di popolarità? La prima mi piace di più, ma anche la seconda non è male. Voi che ne dite?
- un reality in tv è da un po’ che nella bella stagione manca…
- un belloccio spuntato da chissà dove farà impazzire le ragazzine, probabilmente a causa del troppo sole preso in spiaggia (ragazze, ascoltate mammà, il sole fa male a certe ore del giorno…usate almeno un cappellino…poi non vi voglio vedere con quelle magliettine scolorite con stampata la gigantografia del suo bellissimo e ammirevole viso...).
- uno scandaletto politico no? Sì dai ci sta, devo però cercare di interpretare la mia sfera di cristallo per darvi maggiori dettagli o una smentita.
- esodo e controesodo estivo: quando mai i giornalisti la smetteranno di usare questi termini biblici per una vacanza? Quando avremo finito il petrolio e devastato il resto di ambiente che ci resta ci sarà un esodo verso Marte, ma per adesso di esodi non ce ne sono qui da noi. Sempre che non vogliamo spedire noi su Plutone giornalisti, politici, vallette e parapresentatrici televisive, tronisti e letterine, telepredicatori, calciatori e affini.
- Prodi & Co passeranno anche l’estate con noi.
- Moratti spenderà una follia per un soprammobile calcistico da inserire nell’Inter (finalmente) campione d’Italia. Ronaldinho non arriverà mai al Milan.
- scandali doping al Giro d’Italia e/o al Tour de France o nei periodi successivi. Sì insomma, in almeno uno dei due.
- problema siccità e conseguenti problematiche vere o presunte: in primis aumento dei prezzi di frutta e verdura a causa dei raccolti poco soddisfacenti (ndr: anche se fossero cactus il vostro fruttivendolo riuscirebbe a farli diventare piante tropicali amanti dell’acqua pur di aumentarvi il prezzo a causa della siccità estiva). In secondo luogo black out annunciati a decine e in arrivo solo in pochi casi.
- incidenti sulle strade nei periodi delle vacanze. Ma non ci avevano detto che la patente a punti aveva ridotto il numero degli incidenti? Bah, non ci capisco più niente.
- i Dico dove sono finiti? Gli amici del Vaticano un’altra offensiva mediatica la lanciano secondo me (dopo incesto e pedofilia saranno paragonati a omicidio e furto con scasso?).
- varie ed eventuali che mi riservo di inserire non appena mi salteranno in mente o mi segnalerete se ne avete il piacere.

Che dite? La mia sfera di cristallo si è dimenticata qualcosa? Se mi dirà che c’è dell’altro ovviamente lo aggiungerò! Purtroppo nel libretto delle istruzioni ho trovato scritto che non sempre è garantito un suo corretto funzionamento, le influenze astrali a volte ne condizionano le prestazioni...ci ritroviamo in autunno a vedere se devo riportarla dove l'ho comprata perchè non funziona a dovere?


, ,

venerdì 20 aprile 2007

Diamoci all’Opera…!

Per la prima volta da quando ho aperto questo blog oggi faccio pubblicità. Esatto, pubblicità, ma badate bene, non me ne viene in tasca niente!
Oggi vi parlo di un browser non molto conosciuto ma che vi consiglio almeno una volta di provare, e vi garantisco che non ve ne separerete più…sono sincero, io stesso non ho mai creduto a questo genere di slogan ma vi assicuro che dopo aver provato questo browser anche il vostro Mozilla Firefox che tanto amate inizierà a mostrare delle lacune sempre maggiori! Passando al dunque mi accingo a parlarvi di Opera, ossia quello che è considerato il browser più veloce in considerazione. Ma non solo.
Si tratta di un prodotto della Opera software, casa scandinava, più precisamente Norvegese, scaricabile direttamente dal sito della casa. Ai primordi si trattava di un software a pagamento, poi diventato gratuito come lo è tutt’ora, quindi potete stare tranquilli...
La caratteristica più nota di Opera è come detto l'alta velocità di caricamento delle pagine web, probabilmente la più veloce attualmente tra i browser disponibili, ma anche la velocità di caricamento del browser è buona, soprattutto a confronto di Firefox 2. Da notare anche che lo spazio su disco limitato che richiede per l’installazione. Come ormai tutti i browser in circolazione permette la navigazione a schede e ha opzioni per la gestione dei popup, ma rispetto agli altri possiede una migliore sicurezza durante la navigazione e include un filtro anti-pishing…ma forse se vi parlo solo delle sue caratteristiche non vi convincerò mai a provarlo…tra l’altro le potete trovare tranquillamente anche nel sito ufficiale di Opera, quindi è forse meglio se vi do dei buoni motivi per provarlo!
Come già detto la caratteristica di Opera che colpisce subito è l’alta velocità che possiede, sia nel caricamento da parte del computer che nel caricamento delle pagine internet, e questo già di per sé è un grosso vantaggio. Per me che sono stato un assiduo fruitore di Firefox fin dai suoi inizi devo ammettere che agli inizi è stato come trovarsi in un posto nuovo e da esplorare, ma credo sia normale. Inizialmente ci si trova spiazzati davanti alla possibilità di personalizzare ed impostare anche le più piccole caratteristiche, che siano la semplice scelta e disposizione dei pulsanti, del colore della finestra principale, della scelta di una skin o che si tratti di impostare il lettore di feed perché gestisca un feed in un modo piuttosto che in un altro, ma non fatevi spaventare perché poi non avrete più motivi per tornare indietro…! Le cose che fanno di Opera un amico inseparabile per navigare in internet sono però altre: in qualsiasi momento potrete rendervi conto che troverete il comando che state cercando più facilmente che in qualsiasi altro browser, sempre che addirittura non abbiate deciso di crearvi una vostra barra degli strumenti personale… Sarà poi facile come non mai tenere sott’occhio decine e decine di blog e notiziari grazie al lettore di feed che non ha niente proprio niente a che federe con il Segnalibri Live di Firefox, perché molto più intuitivo e personalizzabile e senza la richiesta di installare estensioni di vario tipo, poi vi basti sapere che un discreto popup vi avviserà in tempo reale quando il vostro blogger preferito o il giornale online che leggete hanno aggiornato i contenuti! Come già detto ogni strumento, comando o simile può essere inserito in una barra degli strumenti qualsiasi semplicemente trascinandocelo sopra dove meglio vi aggrada. Beh se ancora non vi basta per decidere di provarlo allora devo dirvi che pure la ricerca di una pagina nei segnalibri è molto più facile che altrove, dato l’alto grado di personalizzazione disponibile anche qui e la possibilità di richiamare tramite la combinazione di tasti Ctrl+0÷9 le pagine che più visitate. Per non parlare poi della comodità di due comandi che personalmente apprezzo particolarmente: la ricerca diretta in un motore di ricerca specifico a scelta tra una decina semplicemente anteponendo una lettera specifica e ovviamente personalizzabile all’argomento di ricerca, in qualunque pagina internet vi troviate (es.: digitando “g invoevoluzione” il gioellino vi porterà direttamente ai risultati forniti da google per il termine “invoevoluzione”), e la funzione di avanzamento veloce che permette ad esempio durante una ricerca in google di passare dalla pagina uno dei risultati alla pagina due e alle successive semplicemente premendo un pulsante nella barra degli strumenti senza dover più andare a cercare di cliccare sul numerino giusto tra quelli che stanno a fondo pagina…. Finora niente di speciale? Beh per coloro che adesso stanno già usando Windows Vista ma già erano utenti Opera alcune delle chicche grafiche del nuovo sistema operativo derivano proprio da Opera: l’anteprima delle schede in secondo piano ad esempio, oppure i Widgets, (piccole applicazioni quali visualizzatore di feed preferiti, giochi, ecc. che si possono tenere sul desktop) rinominati da Microsoft per il nuovo sistema operativo in Gadgets ma che in Opera erano già consuetudine da un bel pò! Ancora non vi ho convinto eh? Allora se vi può interessare c’è anche la possibilità di impostare Opera in modo che riconosca la vostra voce e i comandi che gli date, oppure potrete usare particolari movimenti del mouse in modo da poter eseguire le funzioni utilizzate più di frequente. Vabbè, niente di particolare starete dicendo, ho capito, ma mi sono dimenticato di alcune cosette: potete pure scordarvi di Outlook e simili, Opera vi fa pure da client di posta elettronica con tanto di filtri anti spam… e se poi siete dei patiti del download vi tornerà utile l’applicazione BitTorrent (anche se per files di dimensioni contenute) che con un semplice click avvia i download e li gestisce…
Che dire, io dopo essere partito con il solito Internet Explorer, essere poi passato a Firefox fin dai suoi inizi ed essere approdato ad Opera ora non tornerei indietro, Opera fa ormai parte dei programmi indispensabili! Tanto che navigando in internet con altri browser mi sembra ora di usare programmi datati ed obsoleti!
Beh, non credo di avervi convinto a passare a Opera, non sono così bravo in questo genere di cose, ma di una cosa sono certo: mi basta avervi convinto a provarlo, il resto verrà da sé…


, , , , ,

giovedì 12 aprile 2007

I conti non tornano…

Dopo anni e discussioni di vario tipo le vicende dell’11 Settembre ancora creano interrogativi. Credo che poche persone siano mai passate a dare un’occhiata al sito dell’FBI: navigandoci un pochetto risalta subito una stranezza…
È ormai convinzione comune la paternità degli attentati alle Torri Gemelle sia da attribuire ad Osama Bin Laden, tutto lo fa pensare: a partire dalla guerra in Afghanistan voluta dall’amministrazione Bush subito dopo l’11 Settembre fino alla continua ricerca di affiliati ad Al-Quaeda che prosegue tutt’ora in Iraq, la presunta paternità di alcuni attentati contro altri obiettivi americani sparsi nel mondo…diciamo che ormai all’immagine delle Torri gemelle che crollano gran parte di noi associa l’immagine di Bin Laden in giubbotto mimetico e folta barba imbiancata che standosene accovacciato tra le roccie lancia anatemi contro l’occidente. Nulla di cui stupirsi, ma tutto ciò sembra presentare un piccolo bug (un baco, una falla come viene denominata una svista di programmazione nel mondo informatico): scartabellando nel sito dell’Fbi si trovano le liste dei maggiori ricercati, dei più pericolosi criminali, fuggitivi, ecc e tra loro non può mancare il caro Osama. Si nota qualcosa di strano? …nei capi d’imputazione a suo carico non vengono mai nominati gli attentati dell’11 Settembre: provare per credere...! Vengono nominati invece gli attentati a Dar es Salaam, in Tanzania e a Nairobi in Kenia. Semplice svista? Banale dimenticanza? ...strano di sicuro, e soprattutto non aiuta i sospettosi a convincersi...

, , , ,

giovedì 5 aprile 2007

Dico, cosa dico?

Giorno dopo giorno sembra quasi che la Chiesa stia tentando di scongiurare un declino causato dal “nuovo che avanza”, da quel relativismo che è fratello della cultura che avanza a braccetto della ragione, che lasciano sempre meno all’inspiegabile. Galileo fu il primo ad osare dimostrando poi che la ragione prevale sulla religione, la teoria evoluzionistica di Darwin in seguito minò pesantemente la teoria della creazione, ora sembra quasi che queste richieste di maggiori diritti da parte delle famiglie alternative rappresentino quasi un affronto. E le reazioni della Chiesa di Roma con le sue continue dichiarazioni e proclami sembrano dimostrare che siamo di fronte ad un vero e proprio timore del declino e della svalutazione del loro ruolo. Queste nuove tipologie di diritti che vengono fortemente richiesti da alcune parti rappresentano il “nuovo che avanza”, e come tale va invece accettato, con i rischi che comporta, anche se ponendo quei sacrosanti paletti tanto cari ai signori cardinali, che però non si pongono con i no decisi ad assoluti ma invece con delle limitazioni e delle regole ben precise elaborate con un minimo di lucidità e buonsenso (qui arriva il difficile…). Non esistono motivi seri per impedire a due persone che si amano, qualsiasi sia il loro sesso, di avere gli stessi diritti civici e giuridici di una famiglia normale. La questione dei figli è spinosa, ma risolvibile, ad esempio negando la possibilità di adottare figli (l’unico modo per averne…) alle coppie omosessuali. Le soluzioni come in quasi tutto esistono e sono semplici, molto più semplici, meno dispendiose e fastidiose delle polemiche inutili e demagogiche che il mondo politico e cattolicizzato sembra avere come passatempo. Il punto resta sempre lo stesso: troppe parole e pochi fatti, basterebbe più decisione nelle scelte e il coraggio di fare stare al loro posto cardinali, vescovi e papi, che solo qui in Italia osano metter bocca sulle questioni che toccano i loro “interessi”. Sarebbe troppo semplice ed è forse per questo che invece si preferisce far vendere giornali che danno alito alle polemiche, organizzare manifestazioni e contromanifestazioni, dibattiti e controdibattiti, col mondo che nel frattempo va avanti e già da anni conosce ed accetta le convivenze civili. Ipotizzando uno scenario nel quale le convivenze civili sono legalizzate si fa presto a capire i motivi del così forte dissenso della Chiesa: si prenda una famiglia unita da un legame affettivo anche forte ma non dal vincolo del matrimonio. Questo nucleo famigliare costituisce a tutti gli effetti una famiglia nel momento in cui arriva un bimbo ma a questo punto se i genitori non sono sposati in Chiesa non si vede cosa possa loro negare di lasciare libera scelta al bambino sul quale confessione adottare, arrivando ad una situazione nella quale la Chiesa “perde” un matrimonio ed un potenziale suo frequentatore, per un totale di tre possibili “utenti” su tre. Moltiplicare il tutto per il numero di convivenze civili esistenti e si ottiene la ricetta della paura. Con un futuro simile diventa ovvia l’opposizione forte e radicale, si prospetterebbe un vero e proprio ridimensionamento dell’importanza delle religione cattolica nel mondo occidentale che potrebbe benissimo rappresentare l’anticamera di una crisi, dell’uscita dal mondo politico e dell’avvicinarsi di un radicale cambiamento di rotta per tornare sulla cresta dell’onda, cambiamento non certo rappresentato dal ritorno alle messe in latino…

CEI, , chiesa cattolica, , , , , , ,