venerdì 23 marzo 2007

Lo sfaccendato.

Talvolta ci sono argomenti che ti solleticano la mente, talvolta argomenti che ti solleticano i nervi. Bene, partendo da un semplice presupposto quale questo, vedere in televisione il personaggio qui a lato, il caro Lapo Elkann, crea una reazione del secondo tipo. Soprattutto se lo si vede spesso. Soprattutto se facendo mente locale si considera la sua storia...e considerando che sembra quasi sia stata indetta una campagna mediatica per recuperare credibilità e prestigio alla sua figura.
In Wikipedia viene descritto con vari aspetti della sua vita:
- “un imprenditore e dirigente d'azienda italiano. È stato responsabile Marketing della Fiat”. Bene, un uomo importante insomma...
- “...nonché nipote prediletto del defunto avvocato Gianni Agnelli”, beh bene, un felice quadretto di famiglia!
- “...ha rilanciato l'immagine della Fiat attraverso gadget di diverso tipo, prime fra tutte le felpe con marchio della casa automobilistica, da lui promosse indossandole in prima persona”, wow, ci sa proprio fare allora, niente importa se le felpe in questione costino cifre da Lapo Elkann e che la Fiat senza un deciso cambio di rotta sulla qualità costruttiva delle sue vetture poteva vendere anche una felpa per ogni abitante del mondo ma le macchine nuove le restavano parcheggiate negli stabilimenti...
- “salito alla ribalta delle cronache rosa per la sua storia, ora terminata, con l'attrice (n.d.r. aggiungere un qualche suffisso...grazie) Martina Stella”, beh che dire, una vita proprio felice, una solida azienda di famiglia a capo della quale mettersi nel prossimo futuro, una graziosa fanciulla al suo fianco, un pizzico di personalità ed inventiva: un uomo destinato al successo insomma!
Peccato che si debba andare avanti a leggere per trovare dell'altro, di ben noto ai più, che i vari giornaletti scandalistici e le varie rubrichette di spazzatura televisiva tentano di far scordare o celare. La storia è questa: “l'11 ottobre 2005 è stato ricoverato nel reparto di rianimazione dell'ospedale Mauriziano di Torino, in seguito ad una overdose da mix di oppio, eroina e cocaina da lui acquistata in grossa quantità, che lo ha colto dopo una notte brava passata con quattro transessuali. Una di loro, Donato Broco (conosciuto nel mondo della prostituzione come "Patrizia"), ha dichiarato al Corriere della Sera che quella sera, Lapo aveva cercato compagnia a casa sua, come era ormai abitudine consolidata. Dimesso dall'ospedale, si è trasferito negli Stati Uniti dove ha iniziato una terapia in Arizona e un periodo di convalescenza nella residenza di famiglia a Miami (Florida)”. Inutile commentare, i gusti sessuali delle persone vanno accettati per come sono, soprattutto se coltivati nel rispetto degli altri. Ma che in un ruolo importante in una delle maggiori aziende italiane, se non la più importante, ci stia un personaggio di tale tipo fa arrabbiare parecchio: mentre gli operai rischiano la cassa integrazione lui va a fare “baldoria” (schiferia...) con quattro transessuali, la Fiat stava colando a picco nelle vendite e chi poteva avere le potenzialità per invertire la rotta se ne stava a divertirsi tra feste, festini, vita mondana e serate lussuose: un personaggio che mentre punta la sveglia stanno suonando quelle dei “suoi” operai. Un giovanotto che dicono abbia le potenzialità giuste per portare un pizzico di sana gioventù in quel manipolo di ottantenni e che invece sta a farsi di porcherie e droghe varie. Beh, un buon modo di far progredire il nostro paese, sì paese con la lettera minuscola perchè non merita la maiuscola. Nei posti di potere ci stanno le persone sbagliate, perchè figlie di questo e di quella, perchè consigliate da questo e da quella, perchè famose per questo o quello anche se non ha niente a che vedere con il lavoro che dovrebbero fare. E l'amico Lapo va a braccetto con il signor Marzotto che di vita mondana e delocalizzazione ne saprà qualcosa pure lui. Solo una cosa mi chiedo: quanti laureati, ingegneri, professionisti esistono che farebbero follie per trovarsi al loro posto e poter dare del loro meglio? E intanto l'Italia se ne sta restando indietro di decenni rispetto agli altri Paesi europei, continuiamo a perdere terreno, ad arrancare e discutere su cose che altrove sono normalità da non poco tempo...in fondo a noi basta perderci in pettegolezzi e discutere di quel maledetto diletto chiamato calcio, e poi male che vada stasera ci tiriamo su col Grande Fratello.

12 commenti:

BLOG NEWS ha detto...

Il fatto è tutto qui:se questa cosa fosse capitata a me non sarei andato sul giornale e basta ma mi avrebbero arrestato per consumo di sostanze stupefacenti.Assurdo è cè chi dice che Lapo è una persona intelligente assurdo!
buon fine settimana

chit ha detto...

Elkann, Corona, Vallettopoli....
BASTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA
rivogliamo l'informazione VERA!?

Un saluto ed un benvenuto tra i 2000 blogger italiani da...
uno di essi ;-)

p.s. perdonami lo sfogo

me ha detto...

Grazie della visita!!!
...il BASTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA è d'obbligo o quasi!...tranquillo!
Alla prossima!...ma qual è il tuo blog?!

BLOG NEWS ha detto...

Ciao sul mio blog ho messo un banner ,no all'infibulazione,puoi copiare il codice ,se ti và, mettillo anche tu sul tuo blog ciao e buon inizio settimana

Galadriel ha detto...

che dire...purtroppo hai ragione...anche se però non ti nascondo che a me questo ragazzo fa simpatia...

Accakappa ha detto...

Lungi da me difendere un esponente di casa Agnelli - sempre siano maledetti - ma in questo caso temo di dover spendere due parole. A mio giudizio quello che uno fa a casa propria (o comunque nel suo tempo libero) sono fatti suoi. Certo, il fatto che si sorvoli sul fatto che Lapo facesse uso di eroina e non di cocaina (con la cocaina non vai in overdose, al massimo hai un infarto), il fatto che adesso venga incensato come un eroe che si è tirato fuori dai guai, sono tutte cose imbarazzanti - ma lo stato del giornalismo italiano è questo. Però non credo sia corretto stabilire un rapporto tra i vizi di una persona e l'andamento di un'azienda per la quale lavora (Lapo è un manager, quindi un dipendente Fiat), stante anche il fatto che suo nonno aveva vizi pari ai suoi negli anni del dominio Fiat. Certo, le sue responsabilità lavorative sono chiare e ben delineate, ma questo non sgnifica che non abbia diritto a partecipare a feste "lussuose" o a far baldoria. Ognuno ha i propri compiti e doveri, oltre non si va, non si può pensare che fare la vita del frate recluso possa aiutare a migliorare il mondo. Ti ripeto, io non lo sopporto, ma questa vicenda me l'ha reso più umano. Ma poi porca miseria Lapo, impara da tuo nonno! Lui si faceva portare dalla guardia del corpo in cliniche specializzate e silenziose, mica al Pronto Soccorso!!
Un saluto

me ha detto...

@ galadriel:
...beh...a tutti ha sempre dato l'idea del bravo ragazzo e pure simpatico ma poi si è venuti a conoscenza di altro...e vabbè...


@ accakappa:
Bentornato accakappa! Innanzitutto grazie della visita!
Beh devo dire che in parte condivido ciò che scrivi in risposta al mio post, e condivido sul fatto che la vita privata di una persona non dovrebbe influire sui giudizi riguardo al suo operato lavorativo...ma credo che un qualsiasi dipendente di una qualsiasi azienda con abitudini quali quelle del buon e bello Lapo sarebbe già stato licenziato in tronco senza nessuna ombra di dubbio...

Accakappa ha detto...

Su questo non posso darti torto...in questo paese è molto facile perdonare ai potenti, ti ricordi che casino quando Andreotti fu condannato in primo grado per associazione mafiosa? Sembrava che il reato l'avessero fatto i magistrati!
Comunque grazie a te per il link, e, come ho scritto nel post di oggi, presto lo ricambio (sto per riordinare un po' i miei link).
Un saluto

BLOG NEWS ha detto...

I potenti sono sempre perdonati noi no!
ciao e buon fine settimana

Ed ha detto...

Ricorda tanto suo nonno.
Te la ricordi la storia che raccontava Paolo Rossi per spiegare come l'Avvocato era diventato presidente della Fiat? ;-)
Ciao e grazie per la visita.

duhangst ha detto...

La cosa che ha me da veramente fastidio è la disparità di trattamento.. Lapo,Calissano.. sono malati e persona con dei problemi, se capitavano a me quelle cose, sarei stato solo un tossico..

Ritana ha detto...

Ricambio la tua visita! Bel blog, complimenti.
Ciao ciao