lunedì 18 dicembre 2006

Regali di Natale.

Ebbene sì, alla fine ho ceduto anche io, o meglio, anche io quando arriva il Natale apro il portafogli per fare quei pochi regali alle persone che per me sono più importanti. Ma quest'anno per il regalo più sentito ed importante c'è un problema che mi assilla, o meglio un dubbio. La mia idea di partenza stava in un qualcosa che immaginavo addosso a lei e che le vedevo bene addosso, un regalo pensato insomma. Il problema è sorto al momento dell'acquisto, quando ho scoperto dalla commessa (una sua amica, alla quale mi sono affidato per i consigli) che non molto tempo fa tempo durante una chiaccherata, lei le aveva confidato di adorare un altro genere di cosa, più elegante, lì in bella mostra anche in vetrina...che fare? Beh facile...meglio di così? Senza pensare troppo trovare il regalo già bello e pronto! E poi sarebbe un regalo azzeccatissimo...il problema è il prezzo! La metà in più rispetto a quello che ho pagato io per il mio regalo!
Non che il nostro rapporto non valga quel prezzo (anche se un rapporto tra due persone non è qualificabile o quantificabile in termini di denaro) ma il problema sta nel fatto che sono dibattuto tra il contemplare il suo sguardo di ammirazione quando aprirà il regalo e ci troverà ciò che aveva adorato in vetrina, la sua felicità e riconoscenza e il fatto che di mezzo ci sta una bella cifra che io stesso sarei in difficoltà a spendere se l'acquisto fosse per me! Com'è andata a finire?...ho fatto di testa mia, ho optato per ciò che avevo in mente e adesso sono dubbioso se sia il caso di tornare a prendere l'altra cosa! ...non cambio mai! Faccio di testa mia convinto di ciò che sto facendo ma poi se ci penso non sono più poi così convinto di ciò che ho fatto!...sempre il solito...

, ,

1 commento:

Artemisia ha detto...

Capisco questo tipo di dubbi. Penso che tu abbia fatto bene a scegliere di testa tua. Il regalo deve piacere anche a chi lo fa.
Poi come e' andata a finire?