martedì 8 agosto 2006

Eccomi qua...il mio primo post (si chiama così?!) di questo mio blog...e già sono assalito dai dubbi...alcuni di questi?
- chi mai avrà voglia di leggere le cavolate che mi vengono in mente di postare e i fatti miei?
- per quanto riuscirò a tenere decentemente in piedi questo blog? (post ad intervalli accettabili...contenuti non banali...ecc...)
- ma perchè mai devo credo di risolvere i miei eventuali problemi con un stupido blog?
- sarò capace di mantenere sempre una certa riservatezza su di me...intendo...non voglio comunque che se qualcuno che mi conosce capitasse qui per caso capisca che è il MIO blog...
- la concezione di lingua italiana e grammatica che ho sarà sufficiente?!
- varie ed eventuali...se sarà possibile e se sarò in grado cercherò di creare una sezione dubbi sul blog...chissà...
Bene...per questa sera forse potrebbe essere tutto...cioè il primo post dovrebbe essere una prova...ma forse tutto il blog...boh! Vedremo!...in questo periodo qualcuno mi sta insegnando che non conoscendo il futuro non lo devi pensare troppo appunto perchè non sai comunque cosa si stia preparando per te...visto che è una persona a cui tengo molto vorrei che ciò si avverasse anche per me che del futuro ho sempre paura...ma programmare tante volte non serve a niente!!!...vabbè basta davvero...sennò chi eventualmente leggerà già dal primo post passerà oltre...alla prossima!!!

1 commento:

Artemisia ha detto...

Anch'io vado sempre a leggere il primo post di un blog. Il tuo esprime gli stessi dubbi che noi, blogger dell'ultim'ora, abbiamo avuto. Chi avra' mai voglia di leggere? Io facevo un po' come la volpe e l'uva: "Va be' tanto scrivo solo per sfogarmi" Poi invece che emozione quando arrivano i commenti! Una sorta di piccolo miracolo!
Quanto alla riservatezza, a cui anch'io tengo proprio per il tuo stesso motivo, beh, tu mi hai battuto: mi c'e' voluto un bel po' per capire se eri un uomo o una donna (spero di averlo capito).
Grazie del commento e soprattutto dell'ammirazione (ne ho piu' che mai bisogno). Continuo il giro...